In Myanmar con il “Tarallo”

3 aprile 2014 - Salve sono Patrizia, Cicci Patricci per gli amici. Ho scoperto per caso in libreria, la sua guida sul Myanmar prima di partire e l'ho portata con me in viaggio.

Devo dirle che l'ho trovata sintetica e allo stesso tempo, ricca di suggerimenti e precisa nelle descrizioni. Mi è piaciuta molto perché è una guida, ma scritta come fosse un libro.

Non è stato affatto difficile coinvolgere nella lettura anche i miei compagni di viaggio e.... ogni giorno avevamo l'appuntamento con "Tarallo".

Grazie per averci accompagnato.

Cicci Patricci

Commenti   

 
0 # Pietro Tarallo 2014-04-03 20:47
Cara Cicci,

prima di tutto grazie per le sue parole. Mi lusingano e mi commuovono sempre i commenti positivi di chi usa e legge sul campo le mie guide. E’ una responsabilità accompagnare con le parole un viaggiatore attraverso la scoperta del paese che sta visitando.

Spero proprio che il Myanmar, che preferisco chiamare Birmania, l’abbia affascinata come ha affascinato me.
Che le abbia svelato i segreti della sua cultura, delle sue genti. E che sia riuscita ha cogliere i cambiamenti in corso. Non è più la Birmania sonnolenta e ferma del tempo degli inizi degli anni Ottanta, quando ci sono andato per la prima volta. Ora deve affrontare il nuovo che avanza, il consumismo, la globalizzazione e forse la democrazia.
Un impegno non da poco.
A quando il prossimo viaggio e dove?
Mi scriva se ha bisogno di consigli.
Pietro Tarallo
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna